Il week end dei Lolini.

Ho deciso di creare una sorta di rubrica settimanale. Come ogni buon proposito che meriti di definirsi tale, non ho nessuna certezza riguardo alla assiduità con cui mi ci dedicherò, ma, appunto, c’è la buona volontà, almeno quella iniziale.

L’idea è quella di dedicare un post settimanale ai nostri week end o, comunque, alle nostre uscite, per non annoiarvi con testi troppo lunghi.

Lo so che il mio programma per sopravvivere al settembre comprendeva uscite di coppia, ma per ora nessuno degli obiettivi contenuti in quel post è stato raggiunto, quindi vi racconterò del nostro ultimo week end a tre, anzi, di una parte.

Purtroppo non abbiamo un cognome che meriti di essere erto a titolo di un testo, senza rischiare di cadere nel volgare, quindi ripieghiamo sul nome.

Per sopravvivere al rientro, stiamo cercando di goderci a pieno il fine settimana, illudendoci per un paio di giorni, di essere ancora in vacanza.

Venerdì, quindi, Loris e Mia sono venuti a prendermi a lavoro per andare alla scoperta di un nuovo locale aperto a Milano, “Pescaria”.

Mi avevano attratto le foto che giravano sul web, immortalavano favolose tartare e ho pensato che fosse proprio adatto per godermi una cena fuori senza infrangere la dieta che quotidianamente dichiaro di iniziare da quando due settimane a casa della nonna mi hanno regalato 3 kg su fianchi e le chiappe.

Arrivata lì la vista di quei mega panini colmi di prelibatezze e l’odore di frittura di pesce mi hanno convinta che non fosse di certo il giorno adatto per essere a dieta, meglio rimandarla a lunedì.

Il posto ha aperto da pochissimo e di certo le dimensioni non lo aiutano, ci saranno una trentina scarsa di posti a sedere per un centinaio di persone in fila all’ora di punta, ergo: aspetti il tuo turno o te ne vai da Mc Donald. Arrivati lì, la coda infinita ha rischiato veramente di farci demordere, ma abbiamo resistito e con una nana affamata e incazzata nera per l’attesa,  abbiamo aspettato il nostro turno, che è arrivato più in fretta del previsto.

Abbiamo ordinato due panini, Loris ha scelto quello con i gamberi al ghiaccio e io quello con la tartare di salmone (così da rimanere fedele alla mia idea iniziale e fingere di starmi tenendo leggera). La Mimi ha diviso con me il panino e abbiamo preso la frittura mista e le verdure fritte “croccanti” da condividere. Scegliere dal menù è davvero difficile, perchè tutto ti sembra buonissimo, ti guardi intorno e vorresti provare tutto ciò che vedi nei piatti!


Funziona così: ti spari la fila (una buona mezz’ora), ordini e paghi. Speri di trovare un posto a sedere prima che il ragazzo urli il numero del tuo ordine e ti consegni le prelibatezze tanto attese, per poi strafogarti come se non ci fosse un domani, di quelle mangiate da fare invidia a Alongi quando la fame chimica lo assale: veloci ma soddisfacenti!

Il lato positivo è sicuramente il cibo, anche se le verdure di stagione, definite “croccanti” dal menù, non lo erano affatto e il fritto misto era stato tirato fuori dalla friggitrice un bel po’ prima che ci venisse servito, tiepido ma buono.

I panini sono giganti e particolari, con molti ingredienti ben accostati tra loro e comunque abbastanza delicati da affiancarsi al pesce senza coprirne completamente il sapore.

Sicuramente non è il luogo dove trascorrere una cenetta romantica, né quello adatto ad una nana, che però, ogni volta, dimostra di essere una bambina in grado di adattarsi alle circostanze più disparate, non è nemmeno il posto dove andare a mangiare con calma, tra una chiacchiera e l’altra: mentre stai ingurgitando gli ultimi bocconi senti il fiato sul collo del ragazzo che ancora non ha trovato una seduta e teme l’arrivo della sua ordinazione prima che tu mandi giù il totano.

Sicuramente da provare, ma non da riprovare, o meglio, non prima che si calmino un po’ le acque e tutta Milano l’abbia già provato, così da non ritrovarti in fila dietro ai restanti 1,3 milioni di abitanti.

 

 

 

 

 

Annunci

4 thoughts on “Il week end dei Lolini.

  1. Ciao ! Se fate una scappata a Genova ti consiglio “Panino Marino” zona porto Antico/ Acquario. Fantastico, è sullo stesso genere, pesce fresco, fritture fatte al momento, panini davvero golosi. Poi c’ è l’aperimarino; aperitivo a base di pesce. Davvero. Ve lo consiglio. Se poi è una bella giornata ci sono i tavolini fuori… con davanti Genova…bhe, sono di parte, ma è bello bello…. http://www.paninomarino.com

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...