Quindi, anche mamma e papà fanno l’amore?

Quando ero piccola ero convinta che i miei genitori avessero fatto sesso solo due volte, quelle necessarie per mettere al mondo me e mio fratello.

Poi, quando avevo nove anni, e mia madre è rimasta nuovamente incinta, le mie certezze hanno iniziato a vacillare.

Che forse l’avessero fatto ancora una volta? Solo quella necessaria per riprodursi e mettere al mondo il loro terzo figlio?

Infine, sono diventata madre anche io e ogni mia certezza riguardo l’asessualità dei genitori è venuta meno, o quasi!

Quindi, anche mamma e papà fanno l’amore?

Ebbene si. E’ dura da accettare, ma è così!

Nei primi mesi dopo la nascita di Mia, avevo quasi trovato conferma alla tesi dell’assoluta astinenza dal sesso dei genitori. Tanto che immaginavo fossero opera dello Spirito Santo tutte quella pancine di mamme di nuovo in attesa con primogeniti ancora neonati.

Io che a malapena trovavo il tempo di lavarmi i denti e che nei momenti liberi mi toglievo il latte in polvere da sotto le unghie e loro che si accoppiavano? Com’era possibile?!?

Pian piano, poi, sono tornata sui miei passi. E ho avuto la definitiva e inconfutabile prova che anche mamma e papà, ogni tanto, con difficoltà, trovano il tempo per scambiarsi qualche effusione.

Come cambia il rapporto di coppia con la nascita di un figlio?  Cambia? Eccome se cambia!

Se prima si poteva pensare di dedicare un paio d’ore o addirittura un’intera serata all’intimità, con l’arrivo di un neonato in casa, tutto ciò diventa utopia: gli incontri si riducono a un “ah ciao, anche tu nel letto? Bene, quanti altri nanosecondi di autonomia hai prima di crollare in un sonno profondissimo, tale da costringermi a controllarti il battito per accertarmi che tu sia viva?”.

Se un tempo il tuo compagno poteva illudersi di conquistarti con una cena fuori, accompagnata da del buon vino e una scatola di cioccolatini, ora quel calice di troppo a tavola è al secondo posto dopo il cloroformio nella scala dei prodotti soporiferi. Dimenticatevi il suo effetto precedente, non confidate più nella sua capacità di sciogliere i freni inibitori. Il vino cari uomini, ore è il vostro nemico numero 2.

Vi state chiedendo quale sia il numero 1? Ovvio: è proprio lei, la nana.

Per avere la tua donna, caro papà, devi prima liberarti della nana!

Come prima cosa bisogna far sì che si addormenti e no, con lei non potete usare la tecnica del “ti offro un po’ di vino”.

Casualmente, proprio quella sera, quella in cui avreste bisogno di stare insieme e sentirvi uniti come ai bei vecchi tempi, a lei starà spuntando un molare, avrà la febbre o qualche altra malattia di cui fino a qualche istante prima non conoscevate l’esistenza oppure, semplicemente, avrà voglia di rompere i maroni!

Lei che tutte le sere va a letto alle 21.30, quella sera avrà voglia di fare after e, con buone probabilità, vi addormenterete nel tentativo di farla dormire.
Lei continuerà indisturbata a guardarsi Rai Yo Yo fino alle 6 del mattino, quando la tv si spegnerà da sola causa suicidio o deciderete voi di concedergli l’eutanasia cliccando sul telecomando che, conficcatosi nelle vostre costole, vi disturba il sonno.
Infine crollerà, con gli occhi fuori dalle orbite e in overdose di Peppa pig.

Le sere in cui sarete più fortunati e riuscirete a stroncarla con una combo di 18 libri di favole e 14 litri di camomilla, dovrete comunque essere molto accorti nella ricerca del luogo adatto e no, non potete andare in Motel “tanto lei dorme, non se ne accorge neanche!”.

Se negli anni passati ci si poteva far prendere dall’impeto di un momento e lasciarsi andare in qualsiasi angolo della casa, ora, decisamente, non è più così: il luogo designato deve essere quello più distante possibile da quello in cui la bambina dorme, lei che sente anche uno spillo cadere su un cuscino, non potrà non riconoscere il rumore delle doghe e si sveglierà urlando “avevate detto che non si poteva saltare sul letto!”. Disturbata dal rumore del piumone che viene spostato per infilarcisi sotto o dal suono dell’elastico degli slip, si accorgerà di aver perso il suo doudou e dovrete andare a cercarglielo. Un breve salto in bagno a darvi una rassettata ed è fatta: sentirà il rumore dell’acqua che scorre, e si ricorderà di avere sete.

Infine, ormai sveglia per colpa vostra, vorrà venire nel lettone.
Tra di voi, nel mezzo, ma disposta orizzontalmente, in modo tale da accentuare la distanza e impedirvi ogni tipologia di contatto, costringendovi a mandarvi la buona notte tramite whatsapp.

Eh va be’, dai, sarà per la prossima volta, quella in cui avrà 18 anni e sarà andata a vivere da sola!
 

Annunci

2 thoughts on “Quindi, anche mamma e papà fanno l’amore?

  1. Mi trovo in tutto ciò che hai scritto, è tutto vero ( nel mio caso moltiplicato per 3) e a volte mi manca cosi tanto stare sola con mio marito! Il fine settimana appena passato per riuscire a stare un po insieme dopo 8 anni siamo “dovuti” partire per un week end. Abbiamo lasciato i figli con i 3 nonni! Loro sono stati benone e noi anche…e per la prima volta dopo tanto il vino è tornato a fare il suo dovere!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...